closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’Isis affama l’Iraq, sunniti e sciiti lo dividono

Medio Oriente. Sabato carneficina a Baghdad: 92 morti tra centro e periferia. Lo Stato Islamico avanza ad Abu Ghraib e a Fallujah massacra i civili. In Siria la tregua regge, ma la Turchia continua a bombardare i kurdi

Autobomba a Baghdad

Autobomba a Baghdad

Stragi, scontri, assedi che affamano i civili: lo Stato Islamico non allenta la morsa sull’Iraq, escluso dagli sviluppi militari e politici della vicina Siria. Nonostante la perdita di aree strategiche (Ramadi e Sinjar), l’Isis è alle porte di Baghdad. Sabato il “califfato” ha massacrato la capitale, una delle peggiori carneficine degli ultimi due anni: 92 morti, tra attentati suicidi a Sadr City e attacchi ad Abu Ghraib. È di 73 il numero di morti in un mercato nel quartiere sciita: prima una moto è saltata in aria, poi un kamikaze si è fatto esplodere all’arrivo dei soccorsi. Intanto ordigni esplodevano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.