closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Lisa Montgomery giustiziata, l’ultima vittima di Trump

Stati Uniti. Annullata la sentenza che sospendeva l’esecuzione della donna, omicida con una grave malattia mentale e anni di torture e abusi alle spalle. Il Covid-19 «salva» due condannati a morte: tutto rinviato a marzo, ma ci sarà Biden

Manifestanti contro la pena di morte fuori dalla prigione federale di Terre Haute in Indiana, dove è stata uccisa Lisa Montgomery

Manifestanti contro la pena di morte fuori dalla prigione federale di Terre Haute in Indiana, dove è stata uccisa Lisa Montgomery

Lisa Montgomery, 52 anni, è stata giustiziata con un’iniezione letale nel Federal Correctional Complex di Terre Haute, Indiana, e dichiarata morta durante la notte tra martedì e mercoledì all’1.31. Era l’unica donna nel braccio della morte e la prima donna a essere giustiziata dal governo federale Usa dal 1953. Era stata condannata a morte nel 2008 da una giuria del Missouri per l’omicidio, avvenuto nel 2004, di una donna incinta otto mesi e per il rapimento del feto. L’ESECUZIONE È ARRIVATA dopo un’intensa battaglia giudiziaria che si è svolta in più Stati. Martedì in Indiana il giudice federale Patrick aveva...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.