closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’ironia tra le mura

Ritratti. La scomparsa di Robert Venturi, l'architetto di Filadelfia che insieme alla moglie Denise Scott Brown destrutturò la tradizione americana

La casa per Vanna Venturi

La casa per Vanna Venturi

Per il mondo dell’architettura la notizia di questi giorni è la scomparsa di Robert Venturi, avvenuta il 19 settembre a Filadelfia. Nato nel 1925, sempre a Filadelfia, laureato a Princeton nel 1944, lontano da sacrari dell’International Style come Harvard e Yale, dopo la laurea Venturi svolge il suo apprendistato prima con modernisti eterodossi come Eero Saarinen e Oskar Storonov e poi con un maestro inclassificabile come Louis Kahn. Fino alla metà degli anni ’50 Venturi rimane abbastanza «coperto» nella scia dei suoi maestri. Poi nel 1954 inizia un lungo e cruciale soggiorno a Roma come fellow dell’Accademia americana, scoprendo le...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.