closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’Iran sequestra una petroliera sudcoreana: «Inquina». Ma il motivo è un altro

Golfo. Lo scorso dicembre Seul ha congelato sette miliardi di dollari iraniani a seguito delle sanzioni Usa, denaro che Teheran intendeva usare per acquistare i vaccini anti-Covid. Prevista nel fine settimana la visita di una delegazione sudcoreana nella Repubblica islamica

Lo Stretto di Hormuz si conferma tra i luoghi più caldi del pianeta: mentre ci si ammassano navi militari e sottomarini americani e israeliani, ieri a mostrarsi è stato l’Iran. Le Guardie della rivoluzione, come riportato dalla tv di Stato, hanno confiscato una petroliera battente bandiera sudcoreana, la Hankuk Chemi, di proprietà della DM Shipping Co. Una mossa che non piove dal cielo: la tensione tra Teheran e Seul è cresciuta rapidamente negli ultimi tempi dopo che banche sudcoreane hanno congelato fondi iraniani a seguito delle sanzioni re-imposte dagli Stati uniti dopo l’uscita dall’accordo sul nucleare del 2015 ordinata da...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.