closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’Iran delle vite immaginarie

Intervista. Parla la scrittrice di Tehran Nasim Marashi, al suo esordio con il romanzo «L’autunno è l’ultima stagione dell’anno», per Ponte 33

Nasim Marashi

Nasim Marashi

Ci sono pochi libri di cui ci s’innamora durante la vita. L’infatuazione può durare un tempo variabile: qualche giorno, qualche settimana, mesi o addirittura anni. Poco importa, ciò che conta è quel che si prova tenendo in mano le pagine della storia. Empatia è proprio lo stato d’animo trasmesso da L’autunno è l’ultima stagione dell’anno (traduzione di Parisa Nazari, edizioni Ponte 33, pp. 208, euro 15), romanzo d’esordio dell’iraniana Nasim Marashi. Dalla storia di tre ragazze, Leila, Roja e Shabane - che si affacciano all’età adulta confrontandosi con le difficoltà lavorative e i dilemmi familiari -, traspare il vissuto dell’autrice,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.