closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«L’io» collettivo di Walesa parla alla nuova Polonia

Venezia 70. Fuori concorso l'affresco di Andrzej Wajda su Solidarnosc e il suo leader carismatico Lech Walesa

Walesa l'uomo della speranza di Andrzej Wajda

Walesa l'uomo della speranza di Andrzej Wajda

Incontrammo Andrej Wajda ben prima della caduta del muro, quando L’Uomo di marmo era già stato un caso e presentava l’Uomo di ferro, il film degli scioperi di Danzica. In quell’occasione aveva incontrato anche il Papa polacco, Solidarnosc era nel pieno della sua attività e avevamo potuto già vedere la maggior parte dei film realizzati dalla nuova generazione di cineasti che affiancava i sindacati liberi e per almeno una decina di anni avrebbe trasformato le sale cinematografiche in assemblee aperte a tutto il pubblico che le affollava. La nuova generazione aveva elaborato un linguaggio allusivo quanto bastava a farsi capire...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi