closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’invivibile vita quotidiana nella Palestina a pezzi

Territori occupati. La frammentazione del territorio e dell'esistenza per milioni di civili sotto occupazione spiegata in «Una vita in isolamento», la prima di tre serie di rapporti della ong italiana Cospe

Cisgiordania, procurarsi l'acqua resta un problema quotidiano per un buon numero di palestinesi sotto occupazione israeliana

Cisgiordania, procurarsi l'acqua resta un problema quotidiano per un buon numero di palestinesi sotto occupazione israeliana

Nawal non riesce a dimenticarlo. Due anni fa, come in questi giorni, in Israele si festeggiava la Pasqua ebraica. È un periodo dell’anno in cui la chiusura dei Territori palestinesi occupati è più rigida del solito. E l’esercito israeliano aggiunge altre restrizioni ai movimenti dei palestinesi. «Mio figlio – racconta – tornava da Ramallah ma a un posto di blocco (israeliano) è stato bloccato e obbligato ad aspettare fino al giorno seguente». Anche Majida ha memorie legate a quei giorni. «Ero all’ospedale e un amico voleva farmi visita. Ha lasciato il villaggio in macchina, ha percorso quasi tutta la strada...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi