closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’invenzione populista dell’universale

Ernesto Laclau. Marxista atipico, usò il concetto di egemonia di Gramsci per studiare i fenomeni populisti contemporanei

Un ritratto fotografico di Ernesto Laclau

Un ritratto fotografico di Ernesto Laclau

La produzione teorica di Ernesto Laclau non può essere compresa omettendo la sua esperienza giovanile nell’Argentina degli anni Settanta. Militante politico vicino al partito argentino di ispirazione trotzkista, intervenne più volte su un nodo difficile da sbrogliare. Nell’America latina la classe operaia era una componente socialmente minoritaria della sinistra politica. Ma neppure i contadini potevano essere indicati come il «soggetto centrale» di una auspicabile rivoluzione. Di fronte alla difficoltà di fare leva su una lettura «tradizionale» del marxismo, tanto nella sua versione «europea» che «terzomondista», Ernesto Laclau invitava a rileggere criticamente alcuni teorici «eterodossi» come Antonio Gramsci e a confrontarsi,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.