closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’intelligence a caccia delle classi pericolose

Società del controllo. Un sentiero di lettura sulla nuova organizzazione delle forze dell’ordine inglesi. In Gran Bretagna, la polizia inglese ha conosciuto i tagli neoliberisti ai bilanci mentre cresceva "dal basso" la richiesta di legge e ordine. Così è stata sviluppata una politica della sicurezza a colpi di mappe criminali e profili individuali dei potenziali banditi da strada

Tirtzah Bassel, «Stop and Frisk» (particolare)

Tirtzah Bassel, «Stop and Frisk» (particolare)

L’incalzare del neo-liberismo ha determinato la conseguente ristrutturazione degli apparati statuali per adeguarli a quel regime di accumulazione capitalistico. La sfera dell’ordine pubblico, specialmente quella relativa all’operato delle forze di polizia, si trova nel crocevia di questi processi. Il nucleo duro dello Stato moderno, vale a dire il monopolio della violenza, si trova cioè a fare i conti con due ordini di pressioni. Dall’alto, i tagli alla spesa pubblica investono anche le forze di polizia. In Gran Bretagna, negli ultimi dieci anni, hanno registrato un calo degli effettivi pari al 25%, di pari passo alla chiusura dei commissariati, all’accorpamento dei...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.