closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’insidiosa «razionalità governante» fatta propria dai progressisti

Saggi. «Critica del liberismo italiano, 1990-2020» di Luca Michelini, per la Fondazione Feltrinelli. Con continui rimandi tra il presente e il passato delle elaborazioni teoriche prodotte dal liberismo italiano, l'autore inserisce la cultura economica dominante dell’ultimo trentennio nella ben più lunga prospettiva (oltre un secolo) di storia del pensiero economico

Michael Hayden,

Michael Hayden, "The sky is the limit", neon installation

«Trent’anni di errori», «sottomissione all’egemonia del pensiero liberista»: sono affermazioni di Goffredo Bettini, uno degli attori certo non secondari di quei non gloriosi trent’anni. Non è il caso, nell’ambito di una recensione, di soffermarsi sugli aspetti politici di constatazioni che, se fossero davvero passibili di pratiche conseguenze, aprirebbero nuovi scenari a sinistra. DATO, PERÒ, che, dal punto di vista culturale, i protagonisti del trentennio di «sottomissione all’egemonia del pensiero liberista», hanno avuto scarsa frequentazione con l’ampia, e spesso di altissimo livello, letteratura critica sul neoliberismo, consiglio loro di partire da un libro che li riguarda proprio da vicino: Critica del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.