closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Linea rossa India-Pakistan, ora la guerra è più lontana

Alta tensione. Islamabad annuncia la liberazione del pilota indiano, New Delhi mette al bando JeM: il «gesto di pace» del premier pachistano Imran Khan accolto con freddezza, ma i toni bellicosi dei due eserciti vengono smorzati dalle decisioni dei governi

Protesta nella città pachistana di Peshawar, irriso il primo ministro indiano Modi

Protesta nella città pachistana di Peshawar, irriso il primo ministro indiano Modi

All’alba di ieri, con il comandante dell’aeronautica indiana Abhinandan Vardhaman prigioniero delle autorità pachistane, ancora si temeva che il conflitto in corso tra India e Pakistan potesse degenerare, trascinando le due superpotenze in una guerra a tutto campo. Ma con il passare delle ore, le iniziative intraprese – probabilmente grazie a una linea di comunicazione rimasta aperta tra Islamabad e New Delhi – hanno fatto intravedere l’orizzonte di un abbassamento generale dei toni. Segno che, in fondo, né il primo ministro pachistano Imran Khan né il suo omologo indiano Narendra Modi hanno seriamente intenzione di votare al martirio i rispettivi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.