closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

L’inchiesta politica sulle toghe che spacca la maggioranza

Giustizia. Il centrodestra torna unito e ripropone un chiodo fisso, attualizzato dopo il caso Palamara. Iv ci sta, ma Pd e 5 S dicono no e scoppia il caso a Montecitorio

Una foto d'archivio del plenum del Csm

Una foto d'archivio del plenum del Csm

Un pezzo del passato che ritorna. Di progetti di legge del centrodestra per istituire una commissione bicamerale d’inchiesta sulla magistratura non ce n’è solo uno, quello firmato da tutti i deputati del centrodestra di cui si è parlato ieri in un tempestoso ufficio di presidenza della prima e seconda commissione di Montecitorio, ma almeno sei tra camera e senato. A scatenarli tutti è stato il caso giudiziario Palamara e la più recente intervista bestseller al direttore del giornale Sallusti in cui il magistrato sotto inchiesta a Perugia accusa tutti gli altri, cioè il «sistema» delle correnti. Questa dell’inchiesta politica sulla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi