closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

L’imprevedibile fenomenologia del ritmo

JazzSet. In libreria «Nerosubianco. Fenomenologia dell’immaginario jazzistico», il nuovo libro di Giorgio Rimondi

Jazz band

Jazz band

I libri hanno le loro chiavi di accesso: a volte si offrono immediatamente, altre è necessario cercarle, con pazienza. Per entrare in Nerosubianco. Fenomenologia dell’immaginario jazzistico (Arcana, pp.142, euro 16,50) di Giorgio Rimondi indicherei il terzo capitolo: «Ritratto in jazz». Esso si chiude con una definizione della fotografia quale «un’arte fatta di precisione, scrupolo, rispetto. Un’arte che non si limita a registrare la realtà ma la reinventa, sottraendola al nulla, un attimo prima che vi sprofondino, particolari che forse non interessano la Storia con la S maiuscola, ma certamente le piccole storie di noi viventi» (p.43). Prima di tornare sulle...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi