closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

L’immunità avvelenata

Riforme. Scaricabarile sulle guarentigie dei futuri senatori. Pentastellati e forzisti uniti contro l’emendamento Combinato il pasticcio, il governo rimanda la palla al parlamento: «Decida senza pregiudizi»

Matteo Renzi e Maria Elena Boschi

Matteo Renzi e Maria Elena Boschi

Chi l’avrebbe mai detto che un giorno Fi e M5S si sarebbero trovati a strepitare insieme contro l’immunità parlamentare estesa ai senatori? All’origine della singolare “alleanza” c’è il pasticcio combinato dal governo sull’immunità dei futuri senatori. Dietro la vicenda, in realtà, non c’è nessun turpe mercato, nessun calcolo sopraffino: solo la faciloneria di un governo che, dovendo correre perché questo chiede il mercato politico, non ha tempo per pensare a quello che fa e dunque, senza neppure accorgersene, ha dato parere positivo all’emendamento dei relatori che appunto garantisce l’immunità agli inquilini di palazzo Madama. Poi, viste le proteste, ha pensato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.