closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

L’immagine del tempo è un segno nel paesaggio

Cinema. Addio a Peter Hutton, cineasta, artista, viaggiatore, un passato di marinaio, una passione per il racconto visivo di fiumi e di città. Tra i suoi film «Three Landscapes»

Di fronte alle vedute filmiche di Peter Hutton, morto la scorsa domenica, a settantuno anni, studente di belle arti a San Francisco, marinaio, fino ai primi anni Settanta sui Grandi Laghi a bordo dei battelli mercantili, e infine filmmaker/viaggiatore poetico e contemplativo col sogno, purtroppo irrealizzato, di tornare alla pittura - «A volte penso che un giorno ricomincerò a dipingere, e la fine del cinema sta accelerando questo processo» - mi tornano a mente suggestioni sparse del percorso di Gianni Celati. E in particolare un film come Visioni di case che crollano (2003) in cui si esplora un tema assai...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.