closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Non assegnato

Limitare la libertà degli over 70 è discriminazione

Appello. 122 esponenti del mondo della cultura contro la minaccia di misure speciali nei confronti della popolazione più anziana

Controlli dei militari

Controlli dei militari

Al Signor Presidente della Repubblica

Al signor Presidente del Consiglio dei Ministri

e p.c,

al Signor Ministro della Sanità

al Signor Ministro della Pubblica Istruzione

al Signor Ministro dei Rapporti con le Regioni

al Signor Ministro della Famiglia e delle Pari Opportunità

Milano, 23 aprile 2020

Noi, scrittori, artisti, intellettuali, rappresentanti della cultura e tuttora operanti nel contesto sociale, esprimiamo con forza fin d’ora il nostro dissenso nei confronti dell’eventualità di una disposizione limitativa della libertà personale, che volesse mantenere una fascia di persone ancora attive, in buona salute e in grado di dare ulteriori preziosi apporti alla nostra società, in una segregazione sine die solo in base al dato anagrafico, dell’appartenenza cioè a una fascia di età dai 70 anni in su. Noi affermiamo con forza che questa discriminazione sarebbe incostituzionale, in quanto discriminerebbe una fascia di cittadini di serie B, privati della loro libertà con una imposizione del tutto ingiustificata.

Quello dell’età anagrafica non è infatti un criterio che abbia un senso, tanto è vero che in tempi recenti era stata da qualche genetista avanzata la proposta di creare una carta di identità “biologica”, in quanto spesso l’età effettiva non corrisponde a quella riportata sui documenti. Non ci sono inoltre motivazioni fondate per affermare che una persona di 70 anni in buona salute sia più a rischio di questo contagio di una persona di 50 anni, affetta da qualche patologia. Questo contagio ha evidenziato che, prima dell’età – dentro e fuori le case di riposo -, hanno inciso in primo luogo le carenze di necessari presidi sanitari. Secondo alcuni studi, sarebbero più a rischio invece le persone comprese nella fascia di età fra i 50 e i 60 anni.

Questa discriminazione, se venisse imposta, con una forzata reclusione sine die, anche in vista di un possibile eccessivo calore dell’estate in una città come Milano, già provata, metterebbe invece ad effettivo rischio la nostra salute con il protrarsi di una condizione di vita innaturale e anti igienica, quando proprio nella cosiddetta terza età l’aria aperta, il contatto con la natura, la socialità sia pure controllata e il movimento fisico, sono essenziali. Chiuderci in casa vorrebbe dire, perciò, minacciare e non proteggere la nostra salute. Posta in condizioni che rappresenterebbero un delitto sociale da parte dello Stato.

Il vero contagio, il più pericoloso virus diventerebbe questo, inoculato ogni giorno nei nostri cervelli e soprattutto in quelli dei giovani indotti a considerare gli anziani una sottocategoria, una merce avariata, perdendo così la considerazione e il rispetto nei loro confronti, il contatto con le loro radici da cui trarre un prezioso senso di continuità.

Chiediamo quindi con forza che questa discriminazione inaccettabile non venga perseguita, salvaguardando la nostra salute e la nostra dignità, e con esse il bene della nostra società, alla quale abbiamo ancora molto da dare.

Questo manifesto, redatto da artisti e intellettuali, viene sostenuto al momento da 122 firme

Eugenio Borgna psichiatra scrittore

Carlo Ginzburg storico

Massimo Cacciari filosofo

Monsignor Franco Buzzi  Prefetto Pinacoteca Ambrosiana

padre Enzo Bianchi priore della Comunità di Bose

Paolo De Carli professore di Diritto Pubblico dell’Economia

Alberto Sciumé professore di Storia del Diritto

Andrée Ruth Shammah regista teatrale e direttrice artistica

Alda Vanoni magistrato

Giorgio Agamben filosofo

Salvatore Natoli filosofo scrittore

Fulvio Grimaldi giornalista e scrittore

Ginevra Bompiani scrittrice ed editore

Giuseppe Conte poeta e scrittore

Ludina Barzini giornalista, scrittrice

Ruggero Savinio pittore e scrittore

Rosetta Loy scrittrice

Valerio Magrelli poeta professore universitario

Michele Napolitano professore emerito del Politecnico di Bari, capitano della squadra di tennis over 70 di Puglia

Franco Velonà scrittore ex direttore Enel

Vincenzo Arnone prete scrittore operatore culturale

Alessandro Quasimodo attore e scrittore

Nanni Cagnone poeta scrittore

Paolo Ruffilli poeta scrittore editore

Luciano Ragozzino incisore editore d’arte “Il ragazzo innocuo”

Alberto Casiraghi poeta editore d’arte “Il pulcino elefante”

Alberto Schiavi pittore

Massimo Scrignoli scrittore editore

Antonio Ria scrittore operatore culturale presidente dell’Associazione Lalla Romano

Adam Vaccaro poeta scrittore presidente dell’Associazione Milanocosa

Angelo Gaccione poeta scrittore direttore della rivista on line Odissea

Giorgio Linguaglossa poeta scrittore direttore della Rivista on line L’Ombra delle Parole

Silvio Raffo poeta scrittore presidente dell’associazione La Piccola Fenice

Elio Pecora poeta

Luigi Manzi poeta membro del direttivo del Centro Montale

Tomaso Kemeny poeta professore di Lingua e Letteratura Inglese dell’Università di Pavia, Vice-Presidente della Casa della Poesia di Milano

Laura Barile scrittrice

Gianni Dessì pittore

Sandro Lombardi attore

Sarantis Thanopulos psicoanalista

Giulano Ladolfi editore

Antonio Rossi presidente della Federazione Unitaria Italiana Scrittori

Silvia Venuti poetessa pittrice

Vincenzo Guarracino scrittore critico letterario

Flavio Parozzi ingegnere, membro Commissione Energia Ordine Ingegneri di Milano, presidente dell’Associazione CISE2007 (Centro Italiano Sostenibilità Energia

Ludovica Ripa di Meana scrittrice drammaturga poetessa

Laura Lepetit, fondatrice della Casa Editrice La Tartaruga

Antonio Gnoli giornalista e saggista

Gianni Dessì pittore scultore scenografo

Leon Blanchaert gallerista antiquario project manager

Italo Spinelli regista

Paola Splendore scrittrice professore di Letteratura inglese all’Università di Roma

Mariangela Gualtieri poeta drammaturga attrice

Nino Aragno editore

Beppe Provenzale architetto scrittore

Jane Wilkinson, Professore di letteratura inglese e postcoloniale

Vito Taverna pubblicitario scrittore operatore culturale

Luciana Percovich Libera Università delle Donne

Paolo Valesio  poeta saggista professore emerito della Columbia University, presidente del Centro Studi Sara Valesio

Vivian Lamarque poeta

Tiziano Rossi poeta

Rosita Copioli poeta e scrittrice

Claudia Scandura, professore di letteratura russa e traduttore

Salvatore Veca filosofo

Nicoletta Mondadori scrittrice

Emilia Lodigiani fondatrice della Casa Editrice Iperborea

Virginia Spinnato dirigente scolastica

Caterina Graziadei. docente e traduttrice

Maria Fiorella Scandura Prefetto emerito

Anna Rusconi traduttrice letteraria

Alessandro Triulzi storico

Natalia Chestakova insegnante universitaria 

Pierangelo Andreini prof Politecnico di Milano, Vice Presidente Generale ATI ( Associazione Termotecnica Italiana)

Claudio Zanini scrittore pittore

Paolo Bulli architetto

Paola Paderni Associate Professor of History and Institutions of China Department of Asia, Africa, Mediterranean 

Ugo Rubeo professore di Lingua e Letteratura Angloamericana Università La Sapienza

Giacomo Graziani architetto urbanista

Adriano Bassi musicista direttore d’orchestra

Mario Baudino scrittore giornalista

Anna Marzetti Antonelli programmista regista Radio3

Giuseppe Di Giacomo professore ordinario di Estetica Università La Sapienza

Sergio Baroni gallerista

Barbara Alighiero, giornalista, operatrice culturale

Ettore Buccianti editore

Valentina Fortichiari giornalista scrittrice docente a contratto in comunicazione

Vittorio Grotto insegnante formatore

Terry Olivi insegnante scrittrice operatrice culturale

Alessandra Fasanaro architetto

Lida Viganoni professore Università di Napoli “L’Orientale”

Franco Buffoni poeta ordinario di Letterature Comparate Università di Cassino

Sandra Artom giornalista

Francesco Casaretti scrittore

Ignazio Didu docente universitario

Luciana Mameli insegnante liceale

Jolanda Bufalini giornalista

Mauro Picozzi direttore Sares Spa

Gianluigi Colin artista

Roberto Ferrari Priore Chiesa S. Angelo di Milano

Gabriella Cinti grecista docente universitaria, performer

Gabriella D’Ina docente master editoria

Elio Gioanola critico letterario scrittore e docente

Gioxe De Micheli pittore

Irlando Danieli musicista compositore

Jacopo Gardella architetto

Bianca Pitzorno scrittrice

Rossana Dedola psicoanalista e scrittrice

Lella Ravasi psicoanalista e scrittrice

Alberto Bellocchio poeta

Donatella Bisutti poeta e scrittrice

Marina Corona poeta e scrittrice

Silvia Vegetti Finzi psicoanalista e scrittrice

Anna Nogara attrice

Bianca Maria Frabotta poeta professore universitario

Vincenzo Balena scultore

Renato Minore scrittore poeta giornalista

Daniele Cavicchia giornalista scrittore

Gianfranco De Palos artista

Guido Oldani poeta scrittore

Paolo Lagazzi scrittore

Laura Cantelmo docente

Ottavio Rossani giornalista scrittore

Sostieni il giornalismo senza padroni.
Abbonati al digitale a 3 euro a settimana.

Avrai accesso senza limiti alle edizioni digitali del giornale su sito e app.
Inoltre potrai scaricare i pdf del quotidiano e accedere al nostro archivio storico.

ABBONATI

La nostra rivoluzione