closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

L’incompreso partito del Pil

Il partito del Pil torna di attualità. Dopo il primo lancio a Torino con le manifestazioni delle "madamine" pro Tav, il PdP, adesso torna ad essere evocato sulle drammatiche vicende dell’Ilva. La fuga di Ancelor Mittal sarebbe colpa di chi ha tolto lo scudo. Sul banco degli accusati c’è il partito della decrescita, si dice - trascurando la disponibilità del governo a reintrodurlo. Assolvendo, così, chi, all'aggravarsi della crisi del settore siderurgico, vorrebbe rispondere col dimezzamento dei dipendenti dell’acciaieria italiana. Un’opzione, questa, che governo e sindacati non potrebbero certo subire passivamente ad un anno dall'accordo che doveva siglare il salvataggio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.