closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Licenziamenti, torna il vento rigorista. Maggioranza divisa

Un lavoraccio. Dopo l’«invito» della Ue a togliere il blocco, i sindacati sul piede di guerra. Mentre Confindustria insiste e volano di nuovo i falchi

L’invito Ue a riprendere di lena i licenziamenti? «Non è una valutazione ufficiale della Commissione ma uno studio», prova a minimizzare il ministro del Lavoro Andrea Orlando mentre infuria la tempesta e rullano i tamburi di guerra dei sindacati. Il governo si tiene in equilibrio su una fune sottile e Orlando lo sa: «Oggi si sta discutendo della gradualità con cui superare il blocco. Si è raggiunto un punto di equilibrio e credo che la discussione debba partire di lì tenendo conto delle posizioni diverse nella coalizione». Poi un colpo al cerchio, «Penso che lo studio non valuti adeguatamente tutte...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi