closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Libia, palazzo Chigi vuole la conferenza di pace a Roma

Un posto sicuro. Distensione con la Francia dopo gli scontri dei giorni scorsi: «Non lavoriamo contro l’Italia, sosteniamo i suoi sforzi»

Matteo Salvini all'uscita dal vertice di governo sulla Libia

Matteo Salvini all'uscita dal vertice di governo sulla Libia

Il giorno dopo l'affondo rabbioso contro la Francia, accusata di muovere i fili della nuova crisi libica, il governo sterza e passa alla diplomazia. L'obiettivo è fare della conferenza di pace di novembre a Roma l'occasione per sciogliere il nodo aggrovigliato dell'infinita crisi libica. Per questo è necessario che i rapporti con Parigi si distendano. L'Italia fa la propria parte evitando nuovi attacchi. La Francia risponde con una dichiarazione del ministro degli Esteri Le Drian. Assicura che «gli sforzi della Francia non sono rivolti contro nessuno e certamente non contro l'Italia, di cui sosteniamo l'iniziativa di organizzare una nuova conferenza...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.