closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Leverkusen, rischio diossina: «Sospetta velenosità dell’aria»

Non c'è pace in Vestfalia. Il giorno dopo l’esplosione dell’impianto chimico: indagini sulle cause e tentativi di certificare la tossicità del «fungo»

«Presumiamo che composti di diossina, Pcb e furano siano stati trasportati nelle aree residenziali vicine all’impianto chimico dalla nuvola di fumo rilasciata dall'esplosione». IL GIORNO DOPO il disastro ambientale al Chempark di Leverkusen, l’Agenzia ambientale del Nordreno-Vestfalia certifica la tossicità del fungo nero prodotto dallo scoppio dell’impianto di trattamento dei rifiuti speciali gestito dalla società australiana Currenta, nonostante i primi risultati ufficiali del campionamento dell’aria saranno disponibili solo alla fine della settimana. Mentre si spegne ufficialmente la speranza di trovare vivi i cinque dispersi che «quasi sicuramente» sono morti proprio come i due operai dichiarati deceduti martedì, come ha specificato...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.