closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lettere

Per Anita Sonego a Milano

Care amiche e cari amici del «manifesto», leggiamo con un certo sgomento l’intervista da voi pubblicata a Luciano Muhlbauer, candidato alle elezioni comunali 2016 con il raggruppamento Milano in Comune.

Senza nulla togliere alle virtù di uno stimabile attivista dei movimenti politici italiani, ci chiediamo perché abbiate sentito il bisogno di enfatizzare la portata della sua candidatura definendolo imprecisamente la «testa di serie della lista Milano in Comune» e oscurando così l’operato di altre/i candidati che hanno cercato di dare voce a un’alternativa politica e sociale possibile.

Ci riferiamo in special modo alla consigliera uscente Anita Sonego, al cui impegno la città di Milano deve alcuni esiti di non poco conto, dall’istituzione del Registro delle Unioni Civili alla creazione di una vivacissima Casa delle donne.

Poiché molte e molti, qui nella città che sembra votata al modello unico Expo, la considerano quantomeno un’altra testa di serie, vi preghiamo, anche per correttezza e amore di parità, di ricordarlo pubblicando questa nostra.

Un saluto molto cordiale,

Maria Nadotti, Paola Redaelli, Lea Melandri, Silvana Leone, Mario Morese, Paola Melchiori, Cecè Damiani, Nadia Boaretto, Jeanine Carteau, Maria Grazia Leida, Marisa Erbani, Maria Pierri, Rosa Conti, Alice Masseroni, Lucia Forlani, Giorgio Broglio, Annamaria Palo, Stefania Bianchi, Katia Acquafredda, Annalisa Portioli, Concetta Brigadeci, Patrizia Cecconi, Piera Vismara, Paolo Zammori