closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lettere

Festa senza guerra

Il 2 e 3 giugno del 1946 si tenne il referendum che decretò la fine della monarchia e la nascita della Repubblica. Per celebrare degnamente il 2 giugno, festività civile ad essa dedicata, a Bologna da due anni è organizzata la «Festa dell’Italia che ripudia la guerra».

Quest’anno si terrà ai Giardini Margherita in piazzale Jacchia dove, dalle ore 10.30 alle ore 14 saranno in programma musica, balli popolari, animazione bimbi e interventi di Carlo Cefaloni, di Città Nuova su «Disarmare e riconvertire l’economia» e Pasquale Pugliese del Movimento Nonviolento su «Festa della Repubblica e liberazione dalle armi».

Parteciperanno molte associazioni tra le quali anche il Centro di documentazione don Tonino Bello e il Comitato Spontaneo per la Pace di Faenza.