closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Lettera alla ministra Lorenzin: pillola abortiva, obbligo di ricovero «inappropriato»

La ministra della Salute Beatrice Lorenzin

La ministra della Salute Beatrice Lorenzin

Risale al 1999 il decreto legislativo che fornisce le prime indicazioni per la valutazione dell’inappropriatezza in ambito ospedaliero, indicando come inappropriati «i casi trattati in regime di ricovero ordinario o in day hospital che le strutture sanitarie possono trattare in un diverso setting assistenziale con identico beneficio per il paziente e con minor impiego di risorse». (Dl 229/99). Quale esempio migliore di grossolana inappropriatezza l’obbligo di ricovero ordinario in ospedale per la somministrazione della «pillola abortiva», la Ru486? Tale obbligo è previsto in base al parere del Consiglio Superiore di Sanità, ripetuto per ben tre volte, che trascurando o misconoscendo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi