closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Letta scopre lo scandalo dei magistrati candidati

Amministrative. Il segretario del Pd contro la scelta del centrodestra di Maresca a Napoli e Matone (come vice) a Roma: «Hanno accesso a dati sensibili della terra dove si candidano». Ma il sostituto pg napoletano, in aspettativa da pochi giorni, è praticamente in campagna elettorale dal 2020 e neanche il Csm è riuscito a intervenire

Enrico Letta segretario del Pd

Enrico Letta segretario del Pd

«Il centrodestra è molto attento alla giustizia», dice Enrico Letta e il suo è un attacco: «Hanno candidato due magistrati, a Napoli come sindaco e come vicesindaco a Roma, peccato che siano in funzione nel posto dove si candideranno». Ora che è ufficiale, il Pd si accorge del problema Catello Maresca, sostituto procuratore generale a Napoli in campagna elettorale praticamente da sette mesi che però solo qualche settimana fa ha chiesto al Csm di poter andare in aspettativa in vista dell’accettazione della candidatura. Del suo caso si era anche occupato il Csm, su segnalazione proprio del procuratore generale di Napoli...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi