closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Letta: «Non sarò il commissario di un Pd genuflesso a Draghi»

Sinistra. Il segretario dem: «Con Salvini coabitazione difficile». Bersani: «Non rientro nel partito, a Enrico chiedo di ricostruire il campo progressista»

Enrico Letta

Enrico Letta

Davanti alla stampa estera che lo interroga per quasi due ore, Enrico Letta spiega il senso del suo mandato: «Non sono un commissario del Pd per renderlo con la testa chinata nei confronti del governo Draghi. Sono qui per preparare l’alleanza del centrosinistra guidata dal Pd per vincere le elezioni del 2023». UNA FRASE MIRATA a scrollarsi di dosso l’etichetta del secondo commissario, dopo quello di palazzo Chigi. E a dare un cuore tutto politico a una sfida che, come ha spiegato, «è quella di proporre alle prossime politiche lo scontro tra due campi: uno di Salvini e Meloni e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi