closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

L’«espansione» della Grande Mela passa per la Moynihan Train Hall

New York. La nuova stazione rimpiazza la vecchia Penn Station distrutta dalla speculazione edilizia

Che qualcosa venga inaugurato in piena pandemia è quasi un controsenso. Ancora di più se si tratta di un’attesissima opera pubblica, che ci sono voluti decenni e molte battaglie per realizzare, e che è intesa a facilitare gli spostamenti dentro e fuori la città. È il caso della nuova, smagliante, Moynihan Train Hall, un grande atrio in marmo e pietra chiari, sovrastato da enormi lucernari, riconfigurato nell’edificio Beux Arts che ospita la sede centrale dell’Ufficio Postale di New York, dirimpetto alla derelitta Penn Station, la stazione dei treni situata nei sotterranei del Madison Square Garden di cui la nuova Hall...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi