closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’arduo esercizio della lingua non binaria

Express. Dagli Stati uniti alla Spagna, come traduttrici e traduttori affrontano la questione?

Sono tanti gli inciampi per chi ha deciso di legare la sua sopravvivenza al mestiere della traduzione: paghe di solito inferiori a quello che tempo e fatica comporterebbero, contratti spesso privi di reali tutele, scarsa attenzione di molti recensori, scadenze troppo ravvicinate, una solitudine appena mitigata dai contatti virtuali offerti dalla rete. E non parliamo poi del lavoro che si sobbarca quotidianamente il nostro «artefice aggiunto», come traduttrici e traduttori vengono definiti nel titolo di una bella raccolta di saggi appunto sulla traduzione curata da Angela Albanese e Franco Nasi (Angelo Longo Editore 2015): un esercizio necessario e impossibile, il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi