closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

L’errore è giudiziario ma solo per fiction

Letteratura e pena. Se il processo non è giusto perché il magistrato sbaglia o la polizia non fa il suo dovere, è la letteratura a correre in soccorso della verità. Come in "Morte di un anarchico" di Dario Fo o in "Cronachette" di Leonardo Sciascia

L’errore giudiziario può essere visto – al pari di ogni infortunio sul lavoro - come inevitabile fatalità, come calamità naturale. L’errore può nascere non solo da un fare (un ingiusto, un superficiale, un preordinato accertamento di responsabilità o di innocenza ), ma anche da un non fare: i magistrati sanno chi è il colpevole, ma sanno che è opportuno soprassedere nella formulazione dell’accusa, sanno che è preferibile cancellare le prove, indirizzare il processo su figure collaterali, insabbiare le indagini, frenare chi le conduce. E’ storicamente provato che le conseguenze dolorose, scaturite dalle sentenze del giudice errante possono essere devastanti e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.