closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’enzima giusto che ripara i danni genetici

Biotecnologie. Un team di ricercatrici e ricercatori italiani, guidato da Anna Cereseto, mette a punto una tecnica per selezionare - proprio come l'evoluzione darwiniana insegna - l'evo-Cas9: da adesso il Crispr non può più sbagliare sequenza di dna da ricucire. Un'intervista alla scienziata, docente di biologia molecolare a Trento

Siamo abituati a pensare che le scoperte che ci cambieranno la vita vengano da lontano, dai grandi centri di ricerca statunitensi o asiatici. Stavolta, per conoscere le biotecnologie del futuro basta rimanere in Italia. Più precisamente, bisogna recarsi a Povo, il paesino in collina dove ha sede il Centro per la Biologia Integrata dell’Università di Trento. Qui lavorano Anna Cereseto e il suo team, da qualche giorno entrati nel giro che conta delle biotecnologie. Sono loro ad aver realizzato la versione più precisa al mondo di Crispr-Cas9, la rivoluzionaria tecnica di modifica del dna che sta cambiando la biologia molecolare....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi