closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

L’elica e la luce, futuriste a bordo

Mostra. Al Man di Nuoro artiste dal 1912 al 1944 fino al 10 giugno

Gigia Zamparo Corona,

Gigia Zamparo Corona, "Natura vivissima" (1931)

Nelle opere dei futuristi riecheggiano gli slogan aggressivi dei primi manifesti marinettiani che esaltavano la bellezza della velocità, il salto mortale, lo schiaffo e il pugno, le immagini multicolori delle metropoli, i cantieri incendiati da violente luci elettriche, ma anche la guerra sola igiene del mondo, il militarismo e il disprezzo della donna. La replica delle artiste appartenenti al movimento non si fa aspettare: “È assurdo dividere l’umanità in donne e uomini; essa è composta soltanto di femminilità e di mascolinità”, scrive Valentine de Saint-Point, pronipote di Alphonse de Lamartine, dalla vita eccentrica e anticonformista. La Muse Pourpre, così soprannominata...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.