closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Legge elettorale, le proposte impossibili

Rosatellum. Cambiare ancora il sistema di voto, per la terza volta in tre anni? Per Salvini e Meloni si può fare in "una riga" e "un pomeriggio". Ma il premio di maggioranza che immaginano è certamente incostituzionale

Schede elettorali, si riapre il dibattito sul sistema di voto

Schede elettorali, si riapre il dibattito sul sistema di voto

«Basta aggiungere una riga». «Si può scrivere in un pomeriggio». Si parla di cambiare la legge elettorale - sarebbe la terza volta in tre anni, la quinta in un quarto di secolo - e Salvini e Meloni la fanno molto facile. Troppo. Che l’attuale legge sia pessima è fuori discussione. Lo dicono gli stessi partiti che l’hanno velocemente approvata sul finire della precedente legislatura. È il caso di ricordarli: Pd, Forza Italia, Lega e centristi di Alfano e di Verdini. A intestarsela è stato l’ex capogruppo del Pd alla camera Ettore Rosato, da qui il nome «Rosatellum». Con questa legge...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi