closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Lega, dalla secessione alla casa comune dell’ultradestra

Modello Le Pen. Il partito di Salvini tenta di uscire dal glocal per proporsi come la versione italiana del Front National o meglio del Freiheitlichen Partei Österreichs che fu di Haider

Matteo Salvini e Marine Le Pen

Matteo Salvini e Marine Le Pen

«Grazie Roma!». Forse alla vigilia delle europee non ci credeva fino in fondo neppure lui, ma alla fine, Mario Borghezio, un passato nel neofascismo, e un presente fatto di messe tradizionaliste, marce contro gli immigrati e sparate razziste, a Bruxelles tornerà grazie a poco meno di 6000 preferenze conquistate nell’Italia centrale, una buona fetta delle quali nella sola capitale. Un risultato, ha spiegato lo stesso europarlamentare, ottenuto grazie al sostegno di «una destra diffusa, che non si riconosce più nelle vecchie sigle», e prima di tutto, dei «ragazzi di Casa Pound» che avevano scelto di sostenerlo apertamente. Non c’è solo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi