closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Lega, ambizioni e casse vuote mandano lo spadone in soffitta

Lega . Il 5 la sentenza sui fondi. Giorgetti: «Se saranno tutti sequestrati, il 6 siamo finiti»

Matteo Salvini

Matteo Salvini

Il Capitano, lo spadone e le carte da bollo. Matteo Salvini, quasi premier a 45 anni, nei prossimi giorni deve decidersi. Rifondare la Lega a sua immagine e somiglianza oppure clonarsi come l’erede naturale del vecchio centrodestra di Berlusconi. Di certo, non sarà comunque come prima. Tanto più che il sottosegretario alla presidenza del consiglio Giancarlo Giorgetti (ieri alla festa del Fatto Quotidiano) mette le mani avanti sulla vicenda dei 49 milioni: «La sentenza del 5 settembre potrebbe avere una conseguenza definitiva: la chiusura del partito, senza che quel processo sia finito. Se tutti i futuri proventi che arrivano alla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi