closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’Ecuador appeso al voto nullo di gran parte del movimento indigeno

Ballottaggio presidenziale. Giorno della verità per la sida finale tra Andres Aráuz (sinistra correista) e Guillermo Lasso (destra liberista)

Supporter di Andrés Arauz (Unione per la speranza) a Quito

Supporter di Andrés Arauz (Unione per la speranza) a Quito

In piena emergenza sanitaria si è chiusa la campagna elettorale in Ecuador. Oggi 11 aprile, oltre 13 milioni d'ecuadoregni voteranno per l'elezione del binomio presidenziale 2021-2025, in un paese che ha di nuovo applicato un parziale lockdown per l'aumento dei contagi da covid. Negli ultimi giorni, i dati emanati dal ministero della Salute sono preoccupanti, informano che oltre 2000 nuovi casi di contagi in poche ore si sommano ai quasi 340 mila dall'inizio della pandemia, con 17 mila morti. L'Ecuador è tra i paesi con il più alto tasso di mortalità della regione. E COME SE NON BASTASSE, in questa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi