closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’ecologia magica della parola sbarca a Genova

Poesia. Da domani a Genova il festival internazionale di poesia

Vent’anni vissuti poeticamente. Anzi, per usare lo slogan del sottotitolo, «Venti di Poesia». Con lo sprezzo, l’incoscienza e la voglia di fare di chi, da giovane, era già poeta: anarchico, punk e situazionista, perennemente alla ricerca di grimaldelli letterari (e musicali) per far saltare i lucchetti borghesi della città chiusa come un riccio. Il giovane poeta e musicista era Claudio Pozzani. I vent’anni vissuti poeticamente, e con un prestigio che ha varcato i confini della Penisola e dell’Europa, sono quelli del «Festival Internazionale della Poesia», inventato da Pozzani esattamente quattro lustri fa, nel 1995. Il tempo è passato ma non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi