closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Lear» o delle politiche violente

A teatro. Nuovo allestimento per il testo di Edward Bond con Elio De Capitani nei panni del vecchio re. All'India fino al 9 aprile

Re Lear

Re Lear

Testo complesso il Lear di Edward Bond, di nuovo in scena all’India (fino al 9 aprile), liberato da quella rigidezza meccanica che ne aveva compromesso la chiarezza nell’allestimento dello scorso anno. Merito forse della presenza di Elio De Capitani nei panni del vecchio re e del distacco assunto dalla regista Lisa Ferlazzo Natoli dalla mole di materiali raccolti intorno all’opera del drammaturgo inglese, da cui ne era scaturita anche la pubblicazione della traduzione inedita in Italia (di Tommaso Spinelli per minimun fax, con la cura della stessa regista e di Maddalena Parise). È inserito nel progetto «Confini» realizzato da lacasadargilla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.