closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Le tre carte sul tavolo del senatore di Rignano

Nell’aula del Senato impazzita, nel fragore di un torneo nel quale ormai conta solo portare a casa il trofeo, il boccino, ancora una volta, è nelle mani di Matteo Renzi. È in buona misura dal voto dei suoi 17 senatori che dipende la sorte del ddl Zan. È da quel voto segreto che dipenderà il passaggio degli emendamenti che, se approvati, costringeranno il testo a passare di nuovo per la Camera. Ieri in aula Renzi, fresco di iscrizione nel registro degli indagati per finanziamento illecito insieme al manager Lucio Presta, ha ripetuto il suo leitmotiv: l’accordo è necessario per far...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.