closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Le trappole dell’immaginario

Saggi. A proposito del volume Filosofia de Logu, a cura di Sebastiano Ghisu e Alessandro Mongili edito da Meltemi

Ciò che sulla Sardegna è in parte presente nell’immaginario collettivo si potrebbe sintetizzare parafrasando un vecchio adagio di crociana memoria: se Napoli – o, per sineddoche, il Meridione - era un paradiso abitato da diavoli, l’isola sarebbe forse un paradiso abitato da banditi. Per noi che la guardiamo dal continente, l’identità di questa regione, che così si può definire solo in termini strettamente amministrativi, pare costantemente attraversata da questo dualismo forzato che divide abissalmente natura e cultura. La prima, splendida e benevola anche se selvaggia e terribile, ne fa il paradiso di vecchi e nuovi colonialismi: dalla pastorizia al life...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi