closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Le tecniche Crispr e l’embrione «pecora-uomo»

SCIENZA. Gli scienziati dell’equipe di Pablo Juan Ross dell’Università della California hanno messo a punto una tecnica per sviluppare cellule umane all’interno di embrioni di altre specie

Ogni anno in Italia muoiono circa 400 persone in attesa di un trapianto perché le donazioni di organi non riescono a soddisfare la domanda. Grazie alla biotecnologia, in un futuro non troppo lontano la disponibilità di organi da trapiantare potrebbe aumentare. Gli scienziati dell’equipe di Pablo Juan Ross dell’Università della California hanno messo a punto una tecnica per sviluppare cellule umane all’interno di embrioni di altre specie. Dopo esserci riusciti nel 2017 utilizzando il maiale come organismo-ospite, ieri hanno annunciato di aver ottenuto lo stesso risultato con una pecora durante il meeting annuale dell’Accademia Americana per il Progresso Scientifico in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi