closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Le scrittrici e la critica letteraria femminista

A PROPOSITO DI «CANONE LETTERARIO» . A proposito delle posizioni di Harold Bloom, scomparso qualche giorno fa

Da sinistra a destra: Audre Lorde, Meridel Le Sueur e Adrienne Rich (1980)

Da sinistra a destra: Audre Lorde, Meridel Le Sueur e Adrienne Rich (1980)

A distanza di novant’anni dalla pubblicazione di Una stanza tutta per sé (1929) di Virginia Woolf non pensavamo che si dovesse continuare ancora a riaffermare il diritto di cittadinanza nella «Repubblica delle Lettere» da parte di scrittrici dello spessore di Nadine Gordimer, Toni Morrison e Doris Lessing – tanto per citare tre delle 15 donne vincitrici di premi Nobel per la letteratura (ma decine e decine ne potremmo nominare per esprimere le nostre preferenze e passioni). E invece ci tocca ancora, in quanto donne e lettrici, rivendicare e difendere questo diritto se ci imbattiamo, su un quotidiano che rispettiamo, stimiamo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.