closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Le scelte economiche di Draghi sotto la lente di Foucault

Nomine. Il Pnrr governato da una nutrita squadra di economisti ordoliberali che rovesciano il ruolo e la funzione dello Stato messo a guardia e al servizio della concorrenza

Mario Draghi

Mario Draghi

Le firme dei 65 economisti che insegnano in varie università del nostro paese, e non solo, contro le impresentabili nomine effettuate dal governo per il Nucleo tecnico per il coordinamento della politica economica, sono ormai diventate centinaia. Troppo evidente è il contrasto fra un Piano che, per quanto criticabile, prevede il più ampio intervento di investimenti pubblici da molti anni a questa parte e il profilo intellettuale dei nuovi nominati. Non solo alfieri del neoliberismo, ma della sua versione peggiore, capaci di sostenere le tesi più estreme e strampalate di una teoria economica il cui fallimento storico è ormai consolidato....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.