closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Le rivolte popolari sfidano i neoliberisti e (anche) i progressisti

Grande vittoria del Fronte giustizialista alle presidenziali in Argentina, problematico successo del Fronte amplio al primo turno delle elezioni politiche in Uruguay (dove non è passato il referendum dell’estrema destra per militarizzare la sicurezza), dura sconfitta della destra di Uribe nelle regionali in Colombia, dove nelle maggiori città sono emerse forze alternative ai partiti tradizionali. Se vi è un nesso tra questi risultati elettorali e le proteste, o vere e proprie rivolte sociali, che da più di un mese scuotono l’America latina da Haiti al Cile, dal Centro America alle Ande, è la lotta alla diseguaglianza prodotta dalla politica neoliberista...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.