closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Le riforme di Letta, maggioritarie e anti casta

Pd. Il ritorno del Mattarellum. E della competizione sul terreno dei 5 Stelle. L'ex presidente del Consiglio che abolì il rimborso pubblico ai partiti oggi vuole cominciare dal "trasformismo"

La camera dei deputati

La camera dei deputati

Approccio pragmatico: una riforma del regolamento è al primo posto dell’agenda di Enrico Letta sulla revisione delle istituzioni. Poi arriveranno legge elettorale e proposte di modifiche alla Costituzione. Ma la cosa più urgente, ha detto, è «portare a Casellati e a Fico una proposta per combattere i mali del trasformismo». Mossa evidentemente pensata per non lasciare ai 5 Stelle il monopolio dei temi anticasta. Strategia che del resto il neo segretario del Pd conosce bene, visto che una delle (poche) cose che il suo governo ha portato a compimento nel 2013 è stata l’abolizione dei rimborsi elettorali ai partiti (non...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi