closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Le relazioni creative di Dalì

Note sparse. Il nuovo progetto musicale di Stefano Bagnoli, colonna ritmica del Devil Quartet di Fresu

Stefano Bagnoli

Stefano Bagnoli

Non è poi tanto curioso passare da Rimbaud a Dalì. Appianati gli scarti generazionale, temporale e geografico, la consanguineità artistica tra il poeta delle «Illuminations» e l’artista «onirico» spagnolo s’inserisce a pieno titolo nel pantheon surrealista. Di bizzarro, invece, vi è l’ostinata e contraria disposizione da parte del batterista Stefano Bagnoli, colonna ritmica del Devil Quartet di Paolo Fresu, di affidarsi per i suoi progetti solisti ad un’avanguardia, il Surrealismo, che non amava particolarmente la musica. Almeno così era per suo fondatore Andrè Breton come sosteneva Enrico Baj. Detto questo: Bagnoli con Dalì espande la sua idea di «concept» -...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.