closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Le parole censurate di papa Francesco

Carceri. Per due volte il pontefice ha chiesto un’amnistia. Ma è sempre stato ignorato

Ogni parola pronunciata da Papa Francesco viene - giustamente, molto giustamente a mio parere - riportata con grande attenzione e ampio spazio. E viene spesso condivisa e approfondita. Ma anche questa regola prevede una eccezione e accade così che una parola del pontefice - quella parola - sia inesorabilmente censurata. E la parola è: amnistia. L'attuale papa la pronunciò una prima volta lo scorso settembre: «Il Giubileo ha sempre costituito l'opportunità di una grande amnistia, destinata a coinvolgere tante persone che, pur meritevoli di pena, hanno tuttavia preso coscienza dell'ingiustizia compiuta e desiderano sinceramente inserirsi di nuovo nella società portando...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi