closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Le onde troppo alte per Tabia e Robera

EverTeen. «Gli amici nascosti» di Cecilia Bartoli, il libro edito da Topipittori che racconta la storia del viaggio-odissea di una madre e il suo bambino

Disegno di Guido Scarabottolo

Disegno di Guido Scarabottolo

Il mare era grande, le onde altissime. E, si sa, chi è nato in Oromia, una regione nel centro-sud dell’Etiopia, non è abituatissimo all’acqua, è gente di montagna, magari è in grado di fare lunghissime camminate resistendo all’arsura della gola seccata dalle sabbie del deserto, alla fame che attanaglia lo stomaco, all’angoscia delle notti dove a fare da punto di riferimento e a ricordare che si è ancora vivi, abitanti di questa terra, ci sono solo le luci delle stelle. Ma non al mare che inghiotte. Così, il terrore è tanto. A volte, i viaggi sono un’odissea e chiunque vaghi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi