closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Le milizie Lendu rivogliono la terra e l’Ituri brucia

Repubblica democratica del Congo. Quasi mille vittime in 4 anni. Troppe armi in giro, sotto accusa anche la Monusco che nega

"Bambino soldato" e blindato Onu a Bunia, Ituri, nel 2003

Sono ormai quattro anni di intense violenze nel lontano Ituri (65.658 km², più o meno come l’Irlanda) che hanno lasciato sul terreno quasi 1.000 morti e un milione e 100 mila sfollati ospitati nell’80% dei casi dalle comunità locali e nel restante 20% in 87 siti gestiti dalle agenzie internazionali (Unhcr e Iom). I cui budget sono limitati, di conseguenza gli aiuti scarseggiano e così le persone sono obbligate a muoversi alla ricerca del cibo sempre più vicino alle linee nemiche. LE VIOLENZE SONO RIPRESE a 14 anni di relativa pace. Violenze che si susseguono senza che né l’esercito congolese,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi