closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Le madri di Almodovar e la memoria rimossa della Spagna franchista

Al cinema. In sala il nuovo film del regista, una mappa in forma di melò dei legami affettivi tra dna, emozioni, storia. Protagonista Penelope Cruz, Coppa Volpi all’ultima Mostra di Venezia

Una scena da «Madres paralelas» di Pedro Almodovar

Una scena da «Madres paralelas» di Pedro Almodovar

Pedro Almodóvar è da considerare tra i più grandi cineasti del nostro tempo. Attivo da una quarantina di anni ha saputo regalarci emozioni indimenticabili, dalle trasgressioni postfranchiste degli esordi, ai fuochi d’artificio di Donne sull’orlo di una crisi di nervi, a Tutto su mia madre. Ci sono stati anche momenti meno riusciti, pochi, ma ora torna alla grande con un melodramma ricco di risvolti e implicazioni, umane, morali e storiche: Madres paralelas, che ha consentito a Penélope Cruz di ottenere la Coppa Volpi come migliore attrice alla recente Mostra di Venezia. La vicenda principale è legata a due figure femminili....

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.