closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

«Le livre d’image», un passaporto per la realtà

Cannes 71. In concorso il nuovo film di Jean-Luc Godard, la Storia dell’umanità narrata attraverso il cinema. Immagini tra guerre, crimini di stato, capitalismo, potere

Un’immagine  tratta  da «Le livre d’image»  di Jean-Luc Godard

Un’immagine tratta da «Le livre d’image» di Jean-Luc Godard

All’inizio ci sono le mani. E le dita, cinque, come i capitoli che scandiscono i film. Poi c’è la pellicola, le mani la toccano, è «il fare», l’artigianato, una materia «fisica» all’opposto della volatilità digitale. «Noi siamo sempre dalla parte delle bombe» dice la voce bassa e roca di Godard. Di un Terrorism considered one of the fine Arts (Peter Whitehead da Thomas de Quincey) - quello che non confonde lingua con linguaggio, che smaschera la manipolazione del potere, che è resistenza e ricerca del reale nella sua messinscena. Le livre d’image è il titolo il nuovo film di Jean-Luc...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi