closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Le Ferrovie di Renzi: Frecce private, binari e pendolari pubblici

Alta voracità. I piani del governo per il gruppo Fs: socializzare le perdite del trasporto locale e degli investimenti sulla rete ferroviaria, privatizzare i profitti quotando in borsa nel 2017 i treni ad alta velocità e a lunga percorrenza. Con il Ponte sullo Stretto "infrastruttura ferroviaria", e l'interesse per il tpl - su gomma - per pendolari e studenti.

Foto di gruppo alla presentazione del piano industriale Fs

Foto di gruppo alla presentazione del piano industriale Fs

Privatizzare entro un anno i soli treni ad alta velocità e a lunga percorrenza, cioè quelli da cui Ferrovie dello Stato guadagnano. Entrare, e “scalare”, il settore del trasporto pubblico locale su gomma, ben nota passione del presidente del consiglio. E considerare il Ponte sullo Stretto come un'opera ferroviaria. Di più: “Come se fosse una galleria”. Dall'ad del gruppo Fs, Renato Mazzoncini, arrivano tre indizi che fanno prova: il governo Renzi insiste nella strategia di (s)vendere ai privati, attraverso la borsa, i gioielli della corona statale. E di far contenti i ras delle costruzioni con il Ponte sullo Stretto, travestendolo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi